Cart

  • Nessun prodotto nel carrello

Chi siamo

chi-siamo_greengrass_logo

GREENGRASS SRL

info@greengrass.info

chi-siamo_greengooo_logo

GREENGOOO!

info@greengooo.com

chi-siamo_greencommerce_logo

ASSOCIAZIONE GREENCOMMERCE

info@greencommerce.it

Il progetto GREENERIA è il frutto di un lungo percorso e l’inizio di una nuova avventura.

Tutto inizia nel 2007, a Torino, con le prime attività di Studio Greengrass e del network Greengooo! che ci portano in contatto con imprese, professionisti e ricercatori dei diversi settori della green economy, in tutta Italia. In quei primi anni di attività abbiamo l’opportunità di capire le potenzialità di queste eccellenze qualitative e ambientali del Made in Italy e iniziamo a raccontarle al pubblico e agli operatori attraverso il web magazine Greenews.info, diventato oggi una delle testate online di riferimento.

Poi scoppia la crisi e per molti si impone la lotta per la sopravvivenza. Per aiutarli a fare “massa critica” ed avere maggiore visibilità nel 2010 creiamo l’Associazione Greencommerce, ramo non-profit del network, che inizia a mappare e aggregare imprese, artigiani, professionisti, enti pubblici e privati e altre associazioni, con l’obiettivo comune di far comprendere, a cittadini e istituzioni, il beneficio per la collettività di incentivare e promuovere – anche attraverso acquisti consapevoli – pratiche di produzione e distribuzione a bassissimo impatto ambientale.

Nel 2013, dall’esperienza centenaria della famiglia Gandiglio nell’ambito dell’architettura e dell’edilizia, nasce la Greengrass Srl, l’impresa che si occupa di ristrutturare in bioedilizia la nuova sede “dimostrativa” del network, in un rustico ottocentesco nell’area Unesco di Langhe Roero Monferrato, in Piemonte, trasformandolo nel primo caso studio nazionale del protocollo GBC Historic Building e coinvolgendo molti dei produttori ed ecodesigner dell’Associazione.

Qui nasce il “format” GREENERIA, un progetto di green economy totale, per mettere a frutto 10 anni di attività e relazioni e sviluppare forme innovative di comunicazione e di esperienza diretta di prodotto, a cavallo tra online e offline.

La visione del fondatore e coordinatore del progetto, Andrea Gandiglio, ha l’ambizione di stimolare una “ricostruzione ecologista dell’universo”, sostituendo ogni prodotto e servizio della vita quotidiana con un analogo di maggiore qualità e minore impatto ambientale. Così come il prozio Ugo Pozzo contribuì, negli anni ’20 del Novecento, a quella “ricostruzione futurista dell’universo” insieme a Fillia, Balla e Depero. Se allora, però, il futuro era quello della macchina, della velocità e delle megalopoli, oggi il futuro che vogliamo è quello della sostenibilità ambientale e sociale, della mobilità dolce, delle fonti di energia rinnovabile, dell’agricoltura biologica. Il futuro della green e blue economy circolari, che va costruito cambiando completamente i vecchi modelli di produzione e distribuzione, a vantaggio di filiere locali più corte, integrate e virtuose, basate sul valore e non solo sul prezzo.